Apri alla salute

Il terzo obiettivo di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, sottoscritta dagli Stati componenti le Nazioni Unite nel 2015, è di assicurare la salute e il benessere per tutti/e per tutte le età. Fra le azioni per raggiungerlo c’è anche quella di porre fine alle epidemie di Aids, tubercolosi e malaria. I notevoli progressi raggiunti nella lotta contro queste malattie potrebbero rallentare a causa di impegni politici alterni, dell’insufficienza dei finanziamenti e dell’aumento della resistenza a insetticidi e farmaci. Il Fondo Globale per la lotta all’Aids, Tbc e Malaria è fra gli attori principali per arrestare le tre epidemie e promuovere la copertura sanitaria universale e l’Italia ha svolto un ruolo centrale nella creazione del Fondo e nel suo successivo sviluppo.

Rapporto Gcap 2019: Diritto al cibo come diritto universale inalienabile

Rapporto Gcap 2019: Diritto al cibo come diritto universale inalienabile

Presentato a Roma il 2° Rapporto di GCAP, la Coalizione italiana lotta contro la povertà, “Diritto al cibo. Lo sviluppo sostenibile a partire dai sistemi alimentari” per porre l’attenzione sul tema del funzionamento dei sistemi alimentari: mettere fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile. L’iniziativa è realizzata nell’ambito del progetto “Make Europe Sustainable for all” cofinanziato dall’Unione Europea e nell’ambito del progetto “Narrazioni positive della Cooperazione” cofinanziato da AICS – Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

“Il principio del diritto al cibo, superiore al concetto di sicurezza alimentare, è essenziale nell’orientare le politiche poiché consente di indagare, in modo sistematico, i limiti di un modello socio-economico non fondato sui diritti umani, bensì sulla prevaricazione del più forte sul più debole. Per raggiungere, quindi, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile è necessario adottare un approccio non fondato esclusivamente sullo sradicamento della povertà, focalizzato sulla lotta contro le disuguaglianze e ogni forma di discriminazione, partendo dal presupposto che in quanto esseri umani siamo depositari di diritti universali e inalienabili.”

Stefania Burbo, co-portavoce di GCAP Italia e focal point del Network Italiano Salute Globale

 

SCARICA IL RAPPORTO

SCARICA LA SINTESI

 

Roma, 4 luglio 2019, Gcap: Diritto al cibo

Roma, 4 luglio 2019, Gcap: Diritto al cibo

Il 4 luglio, a Roma, presso la Sala Cobalto dell’Hotel Nazionale, sita in Piazza Montecitorio 131, sarà presentato il secondo rapporto curato da GCAP Italia sull’impegno dell’Italia e della comunità internazionale per la messa in pratica dell’Agenda 2030 e dei relativi obiettivi sottoscritti dalle Nazioni Unite.

Scopo del rapporto è indagare come il diritto al cibo possa essere garantito assumendo l’approccio della coerenza delle politiche per lo sviluppo sostenibile, superando i vincoli dei singoli obiettivi dell’Agenda 2030 e la divisione tra dimensione interna ed esterna delle politiche, secondo il principio di un’agenda universale e pienamente integrata.

Consulta il programma

Clicca qui per registrarti all’evento

Women Deliver. Quello che le donne vogliono  

Women Deliver. Quello che le donne vogliono  

“Ci fu resistenza quando ottenemmo il diritto di voto,

ci fu resistenza quando entrammo nei posti di lavoro

e ora c’è resistenza mentre assumiamo posizioni di potere.

Ma le nostre faticose vittorie non sono negoziabili,

possiamo andare avanti , non tornare indietro”.

Maryam Monsef,

Ministra dello sviluppo internazionale e per l’uguaglianza di genere, Canada

Una campagna dal titolo efficace ed inoppugnabile “What Women Want”: è lo strumento con cui White Ribbon Alliance ha realizzato la più grande indagine mondiale su quello che pensano le donne riguardo la loro salute sessuale e riproduttiva. 1,2 milioni di donne, in 114 paesi, hanno risposto che l’assistenza sanitaria non è all’altezza delle loro esigenze, è spesso non igienica, poco dignitosa e poco equipaggiata.

Read More

Women Deliver 2019. Power Progress Change

Women Deliver 2019. Power Progress Change

Prende fiato a fatica quando parla, ma la standing ovation è per lei: “Come giovane donna e attivista portavoce di Women Deliver Young, sono orgogliosa di prendere parte alla sessione plenaria di apertura di Women Deliver 2019 – afferma sorridendo Natasha Chibesa Wang Mwansa – perché posso contribuire a dare visibilità alle pratiche e alle soluzioni ideate dalle/dai giovani per arrivare all’uguaglianza di genere in tutto il mondo. Arrivo dallo Zambia, ho 18 anni e rappresento non solo il futuro ma il presente della leadership giovanile. Noi vogliamo interrompere le dinamiche attuali di potere, fare progressi su questioni profondamente radicate e affermare il cambiamento per le ragazze e le donne in tutto il mondo”.

Read More

Apri alla salute. Abbiamo la chiave per una società inclusiva e solidale

Apri alla salute. Abbiamo la chiave per una società inclusiva e solidale

“Quando c’è la salute c’è tutto”: risuona in ciascuno di noi l’insegnamento che abbiamo sentito dire spesso nelle nostre famiglie, tra gli amici, come augurio, come consolazione. Ci tramandiamo da generazioni questa filosofia, ma abbracciarne davvero la saggezza significa immetterla nello sguardo sul mondo, coinvolgere tutti gli esseri viventi. Perché “stare bene” diventi atto collettivo.

 SABA ANGLANA, testimonial Network Italiano Salute Globale 

Read More

Women Deliver 2019

Una delegazione del Network Italiano Salute Globale e Aidos sarà presente ai lavori di Women Deliver 2019, dal prossimo 2 giugno a Vancouver in Canada, conferenza internazionale per dibattere di uguaglianza di genere e salute, diritti delle ragazze e delle donne, emancipazione economica e politica dei diritti umani. Oltre 6mila persone fra leader mondiali, accademiche/i, attiviste/i, avvocate/i, giornaliste/i e società civile da tutto il mondo: il focus sarà sul potere, su come si può guidare – o ostacolare – il progresso e il cambiamento.