Intervista Agenzia Dire a Stefania Burbo

Intervista Agenzia Dire a Stefania Burbo

(DIRE) Roma, 11 mag. – Non tutti i sistemi sanitari sono
universali e in grado di offrire cure a tutte le persone. Una
risposta globale, soprattutto davanti a una pandemia (come per
esempio quella da Covid-19), e’ quanto mai necessaria. Accanto
alle autorita’ nazionali, molte ong, anche italiane, lavorano in
questo senso. A spiegare meglio all’agenzia di stampa Dire le
attivita’ svolte anche in vista del prossimo G20, che si terra’
in Arabia Saudita, e’ stata Stefania Burbo, focal point del
Network Italiano Salute Globale:

Read More

Noi restiamo a casa, le Ong in prima linea

Noi restiamo a casa, le Ong in prima linea

Roma, 11 aprile 2020

Da fine febbraio, l’onda del Covid19 ha travolto la vita di ogni persona, ovunque nel mondo. In Italia prima che altrove in Europa alla popolazione è stato chiesto di cambiare le proprie abitudini, lavorare ove possibile da casa e limitare allo stretto necessario gli spostamenti. Sono stati coinvolti tutti i settori produttivi e il mondo della società civile e del Terzo settore che, a seconda delle specificità, ha subito risposto alla richiesta di sostegno da parte delle istituzioni italiane e, al tempo stesso, ha mantenuto l’impegno nei confronti dei Paesi dove sono attivi progetti di cooperazione internazionale, anche laddove non è possibile svolgere in questo momento determinate attività.

Read More

Poniamo fine alla Tbc, rinforziamo la salute globale

Poniamo fine alla Tbc, rinforziamo la salute globale

COMUNICATO STAMPA

 24 marzo 2020 – Tbc Day

 Poniamo fine alla Tbc, rinforziamo la salute globale

 #ItsTimeToEndTB #EndTB  #COVID19

 

Il mondo intero è alle prese con la pandemia Covid-19 che sta mettendo alla prova l’infrastruttura sanitaria globale. Man mano che si affronta questa pandemia e le sue conseguenze, è necessario non perdere di vista le principali epidemie presenti a livello internazionale e il loro impatto sulla vita quotidiana di milioni di persone.

Read More

Rispettiamo le leggi e proteggiamo la nostra umanità!

Rispettiamo le leggi e proteggiamo la nostra umanità!

Lettera aperta da parte di 152 Organizzazioni:
Alla cortese attenzione del:
Primo Ministro della Repubblica Greca, Kyriakos Mitsotakis
Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli
Presidente del Consiglio europeo, Charles Michel
Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen

 

Le organizzazioni firmatarie sono profondamente preoccupate dei recenti avvenimenti al confine di Evros e nelle isole Egee dove le persone sono bloccate al confine europeo, strumentalizzate per interessi politici. Siamo inoltre preoccupati per il modo in cui le autorità greche e quelle europee stanno gestendo l’arrivo di nuove persone così come le azioni violente delle forze di sicurezza nei confronti dei rifugiati e di una parte della popolazione civile ai danni del personale e delle strutture di organizzazioni umanitarie e dei diritti umani. Vorremmo, inoltre, sottolineare quanto il clima di panico e di retorica rispetto ai cosiddetti “trattamenti asimmetrici” – a cui contribuiscono anche le autorità pubbliche – non solo non riflettono la realtà dei fatti ma, oltre a colpire i rifugiati e i soggetti più vulnerabili, danneggiano l’intera società e lo stato di diritto.
Nello specifico:

Read More

Disuguaglianze di genere, Hiv e azioni urgenti da fare

Disuguaglianze di genere, Hiv e azioni urgenti da fare

In occasione della giornata internazionale della donna, 8 marzo 2020, Unaids ha lanciato un nuovo rapporto che mostra come le forti disuguaglianze tra uomini e donne rendano le donne e le ragazze più vulnerabili all’Hiv. Ma, aggiunge il Programma delle Nazioni Unite per l’Aids/Hiv, “abbiamo il potere per sollecitare i governi a fare di più”, proseguendo nel lavoro importante fatto finora: sempre più ragazze vanno a scuola e in alcuni paesi ci sono più donne coinvolte nella leadership politica. Non solo, a metà 2019 c’erano più di 24 milioni di persone, che vivevano con l’Hiv, in cura, fra queste oltre 13 milioni sono donne di età pari o superiore a 15 anni.

Leggi il comunicato Unaids

Scarica il rapporto completo

 

Atlas italiano sull’accesso alla contraccezione

Atlas italiano sull’accesso alla contraccezione

Su 45 paesi dell’Europa geografica, presi in esame dal Contraception Atlas 2019, l’Italia occupa il 26° posto nella classifica. I dati mostrano come nel nostro paese esistano ampi margini di miglioramento per il diritto alla salute sessuale e riproduttiva: abbiamo deciso di approfondire e fare un primo passo nell’analisi dell’accesso alla contraccezione in Italia.
L’Atlas italiano è il frutto di una ricerca che prende come unità di analisi i consultori, analizzando l’accesso alla contraccezione nelle diverse regioni italiane, verificando la disponibilità d’informazioni e di offerta di metodi contraccettivi.
AIDOS – Associazione italiana donne per lo sviluppo e
la RETE PRO CHOICE – Rete italiana contraccezione e aborto
presentano i risultati della ricerca
sull’accesso alla contraccezione in Italia
28 febbraio, ore 11.00
Casa Internazionale delle Donne
Sala Tosi
Via della Lungara 19
Roma
Intervengono:
Sara Picchi, ricercatrice AIDOS
Marina Toschi, Rete PRO CHOICE
Serena Donati, Istituto Superiore Sanità – ISS
Marina Davidashvili, European Parliamentary Forum – EPF
Sandra Zampa, Sottosegretaria di Stato – Ministero della Salute
Coordina Maria Grazia Panunzi AIDOS
La salute delle donne passa per la salute degli spazi delle donne
L’evento è aperto al pubblico
Apri alla salute. Abbiamo la chiave per una società inclusiva e solidale

Apri alla salute. Abbiamo la chiave per una società inclusiva e solidale

“Quando c’è la salute c’è tutto”: risuona in ciascuno di noi l’insegnamento che abbiamo sentito dire spesso nelle nostre famiglie, tra gli amici, come augurio, come consolazione. Ci tramandiamo da generazioni questa filosofia, ma abbracciarne davvero la saggezza significa immetterla nello sguardo sul mondo, coinvolgere tutti gli esseri viventi. Perché “stare bene” diventi atto collettivo.

 SABA ANGLANA, testimonial Network Italiano Salute Globale 

Read More

Women Deliver 2019

Una delegazione del Network Italiano Salute Globale e Aidos sarà presente ai lavori di Women Deliver 2019, dal prossimo 2 giugno a Vancouver in Canada, conferenza internazionale per dibattere di uguaglianza di genere e salute, diritti delle ragazze e delle donne, emancipazione economica e politica dei diritti umani. Oltre 6mila persone fra leader mondiali, accademiche/i, attiviste/i, avvocate/i, giornaliste/i e società civile da tutto il mondo: il focus sarà sul potere, su come si può guidare – o ostacolare – il progresso e il cambiamento.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.<br> Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi