AidsDay 2019: 4 dicembre a Torino “Apriamo alla salute globale, fermiamo l’Aids”

AidsDay 2019: 4 dicembre a Torino “Apriamo alla salute globale, fermiamo l’Aids”

 

COMUNICATO STAMPA

 

4 DICEMBRE 2019

17.30-19.30

 

CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia

via delle Rosine 18, Torino

Apriamo alla salute globale, fermiamo l’Aids

 La giornata internazionale di lotta all’AIDS, introdotta per la prima volta nel 1988, si celebra il 1° dicembre di ogni anno e rappresenta una importante occasione per dimostrare l’importanza della lotta contro questa grave epidemia e della solidarietà necessaria per combatterla.

Nonostante il virus Hiv sia stata identificato per la prima volta nel 1984, ancora oggi nel mondo circa 320 bambine/i e adolescenti muoiono ogni giorno per cause legate all’AIDS, 13 bambine/i muoiono ogni ora, secondo il rapporto di sintesi su HIV-AIDS e infanzia lanciato nel mese di novembre 2019 dall’UNICEF.

Mercoledì 4 dicembre, il Network Italiano Salute Globale e il CCMComitato Collaborazione Medica, in collaborazione con CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, promuovono una tavola rotonda dal titoloApriamo alla salute globale, fermiamo l’Aids”, per analizzare la situazione mondiale nella lotta all’AIDS, approfondendo le linee guida e le azioni condivise, con un focus mirato su Italia e Africa.

 

Intervengono alla tavola rotonda:

Saba Anglana, Testimonial del Network

Margherita Busso Responsabile ambulatorio immigrati – Ospedale Amedeo di Savoia

Stefano Patrucco, Arcobaleno Aids

Giancarlo Orofino Infettivologo – Ospedale Amedeo di Savoia

Alberto Granata, Photoreporter

Apriranno l’incontro, aperto al pubblico, Stefania Burbo, focal point del Network italiano Salute Globale, Ugo Marchisio, Presidente CCM e Marilena Bertini, Past President CCM.

Tra i relatori Stefano Patrucco, attivista di Associazione Arcobaleno AIDS, racconterà la nascita dell’associazione, fondata a Torino all’inizio degli anni ’90 da un gruppo di auto-aiuto che riuniva persone sieropositive o malate di AIDS, loro familiari, medici, infermieri, psicologi, e alcune storie dell’esperienza diretta di pazienti affetti dalla malattia. Giancarlo Orofino, infettivologo presso l’ospedale Amedeo di Savoia di Torino e vicepresidente dell’Associazione Arcobaleno AIDS, interverrà su “HIV e AIDS: la situazione in Italia”. Margherita Busso, Responsabile ambulatorio immigrati – dell’Ospedale Amedeo di Savoia di Torino, offrirà ai partecipanti uno sguardo generale su “Prevenzione e incidenza HIV/AIDS nei migranti”.

“Disuguaglianze di genere e discriminazioni nei confronti delle persone vulnerabili fanno sì che le ragazze e le giovani donne nell’Africa subsahariana abbiano il doppio delle probabilità di contrarre il virus rispetto agli uomini della stessa età, nei paesi colpiti più duramente dall’epidemia la probabilità è addirittura sei volte più alta – afferma Stefania Burbo del Network italiano Salute Globale –         La comunità internazionale si è impegnata a porre fine alle epidemie, fra cui l’Aids, entro il 2030 nell’ambito dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Il nostro paese deve continuare a rimanere tra i maggiori sostenitori del diritto alla salute, attraverso il sostegno al Fondo Globale per la lotta contro Aids, tubercolosi e malaria, che ha recentemente incrementato e tramite gli altri canali della cooperazione internazionale”.

A testimoniare l’importanza dell’impegno della società civile, Saba Anglana, attrice e cantautrice da tempo in prima linea a fianco dei diritti umani, e Alberto Granata, photoreporter che ha lavorato con Unicef, Medici Senza Frontiere, Anlaids Italia.

 

 

La partecipazione alla tavola rotonda è libera e gratuita

 

Scarica il comunicato

 

 

NETWORK ITALIANO SALUTE GLOBALE

Il Network è una rete di 10 organizzazioni della società civile

impegnate per il diritto alla salute globale per tutte e tutti.

Il Network mira a contribuire alla realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, con particolare attenzione ai temi connessi al diritto alla salute.

 

CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia

Un centro espositivo per la fotografia italiana e internazionale.
Un centro per l’educazione all’immagine, con incontri, laboratori, workshop.
Un centro di studio per la valorizzazione del patrimonio fotografico.

 

CCM COMITATO COLLABORAZIONE MEDICA

Il CCM è una ONG nata a Torino nel 1968. Da oltre 50 anni il CCM contribuisce concretamente a migliorare la salute delle persone più deboli, in Africa e in Italia, portando competenze, cure e assistenza nei contesti umani più isolati sia dal punto di vista geografico che sociale.

 

 

 

Chiara Maggi, Ufficio Stampa CCM, 3408843826, chiara.maggi@ccm-italia.org

 

Barbara Romagnoli, Ufficio Stampa Network italiano Salute Globale, press@networksaluteglobale.it